Disturbi Alimentari: corso MIUR per insegnanti

Disturbi-alimentari.jpg

Corso di formazione per insegnanti, pagabile con Carta del Docente.

Disturbi Alimentari: Formazione Insegnanti con Carta del Docente- Secondo Chatoor (2002) una delle problematiche pediatriche più comuni è rappresentata dai disturbi della nutrizione; viene stimato che il 25% dei bambini con sviluppo normale e fino all’80% di soggetti con disabilità evolutive presentino problemi del comportamento alimentare. I disturbi della nutrizione possono alterare lo sviluppo precoce del bambino e sono associati a successivi deficit nello sviluppo cognitivo (Reif, Beler, Villa e Spirer, 1995), problemi comportamentali (Galler, Ramsey, Solimano, Lowell, e Mason,1988) e disturbi dell’alimentazione (Marchi e Cohen, 1990).

Le evidenze scientifiche suggeriscono che i problemi della nutrizione tendono ad essere stabili nel tempo (Dahl, Rydell e Sundelin, 1994; Stice, Agras e Hammer, 1999); risulta quindi fondamentale indentificarli correttamente e trattarli precocemente.

Utilizzando come unico riferimento il DSM 5 (APA, 2013), la diagnosi dei problemi alimentari che si possono presentare in infanzia risulta difficoltosa. Chatoor e Ganiban (2004) sottolineano che gli attuali criteri diagnostici dei Disturbi della Nutrizione danno una maggiore importanza al peso del bambino piuttosto che al suo comportamento alimentare e che di conseguenza vengono esclusi dalla diagnosi tutti gli infanti che presentano problemi relativi alla nutrizione senza manifestare problemi di peso e coloro che presentano disturbi alimentari legati a condizioni mediche.

Lask e Bryant-Waugh (2013) mettono in evidenza come, oltre all’Anoressia Nervosa e alla Bulimia Nervosa, in infanzia ed adolescenza possono presentarsi diversi altri problemi relativi al comportamento alimentare, egualmente significativi dal punto di vista clinico, e che queste condizioni sono difficilmente inquadrabili utilizzando le attuali classificazioni diagnostiche – ICD 10 (World Health Organization’s, 1992) e DSM 5 (APA, 2013).

Viste le difficoltà diagnostiche citate, alcuni autori hanno proposto dei nuovi sistemi di classificazione dei disturbi della nutrizione in età evolutiva, al fine di aiutare i professionisti nella loro pratica clinica:

  • Feeding disorder di Irene Chatoor, che fa riferimento ai disturbi della nutrizione che possono emergere dai 0 ai 3 anni;

  • Great Ormond Street Criteria di Bryan Lask e Rachel Bryant-Waugh, che fa riferimento ai disturbi alimentari che possono essere riscontrati tra gli 8 e i 14 anni.

Le classificazioni proposte da questi autori descrivono dettagliatamente i diversi quadri clinici che possono essere riscontrati nelle fasce d’età considerate, indicano il possibile decorso del disturbo e il trattamento più efficace da intraprendere.

L’ambiente scolastico può rivestire un ruolo positivo nell’intervento, nel caso in cui gli insegnanti siano disponibili a collaborare con i genitori e il terapeuta. Alcuni aspetti che vanno presi in considerazione e su cui si dovrebbe basare l’intervento a scuola sono l’autostima del bambino, incoraggiare l’interazione con i compagni e con gli insegnanti, mettere in evidenza i punti di forza del bambino in ambito scolastico, cercare di soddisfare i bisogni educativi ed emotivi specifici, anche quando si discostano da ciò che è previsto per il gruppo classe.

Gli insegnanti necessitano di essere aiutati ad identificare i segni particolari del disturbo, nonostante gli astuti tentativi da parte del bambino di nasconderli.

Inoltre, anche nel caso in cui l’insegnante si sia accorto del problema, egli non può sapere qual è il modo migliore per aiutare e sostenere quel bambino nell’ambiente scolastico, per questo avrà bisogno di essere guidato da un esperto.

Se il bambino con disturbo alimentare frequenta una scuola a tempo pieno, avrà a che fare con la mensa scolastica. Gli insegnanti o gli addetti alla mensa necessitano di ricevere indicazioni e suggerimenti in modo tale da poter adattare la dieta del bambino alle esigenze del momento o di sapere se devono sorvegliarlo quando si reca al bagno, per evitare che vomiti.

L’insegnante, se non adeguatamente preparato, pensando di aiutare il bambino, potrebbe adottare interventi non adeguati come, ad esempio, essere troppo incalzante negli incoraggiamenti, sedersi accanto al bambino durante il pasto, decidere al posto del bambino dove farlo sedere o controllare ciò che ha avanzato nel piatto. Un atteggiamento controllante per lo più è controproducente.


  • Cosa possono imparare con questo corso?
  • Il corso è solo teorico?
  • Quanto dura il corso?
  • Verranno forniti dei materiali durante il corso?
  • A chi è rivolto il corso?
  • Dove e quando si tiene il corso?
  • Chi sono i docenti del corso?
  • Quanto costa il corso?
  • Verrà rilasciato un attestato alla fine del corso?
Cosa possono imparare con questo corso?

Il presente progetto formativo si propone di permettere agli insegnanti di riconoscere le caratteristiche peculiari associate ai disturbi della nutrizione e dell’alimentazione in età evolutiva. Lo scopo è quello di permettere agli insegnanti di identificare gli allievi che presentano problemi nella sfera alimentare e di possedere alcune competenze di base per intervenire e sostenere l’allievo in ambiente scolastico.

Il corso è solo teorico?
  • Casi reali- Verranno presentati dei casi reali che permettono di confrontarsi con le criticità e potenzialità
  • Simulazioni– Verranno simulate alcuni colloqui con i genitori per consentire di iniziare una collaborazione.
Quanto dura il corso?

Il corso di formazione ha una durata di 20 ore, suddivise come indicato di seguito.

Data

Orario

Argomento

Docente

Martedì 2

Febbraio 2020

17.00-19.00

I fattori che influenzano lo sviluppo della regolazione alimentare nei bambini

V. Massignani

Martedì 9

Febbraio 2020

17.00-19.00

Le classificazioni dei disturbi alimentari in età evolutiva

S. Pizzo

Martedì 16

Febbraio 2020

17.00-19.00

Eziologia

S. Pizzo

Martedì 23

Febbraio 2020

17.00-19.00

Fattori di rischio precoci nello sviluppo dei problemi alimentari

S. Pizzo

Martedì 2

Marzo 2020

17.00-19.00

L’immagine corporea in età evolutiva e in adolescenza

V. Massignani

Martedì 9

Marzo 2020

17.00-19.00

Caratteristiche cliniche e manifestazioni comportamentali

V. Massignani

Martedì 16

Marzo 2020

17.00-19.00

Intervento interdisciplinare e riabilitazione psiconutrizionale

S. Pizzo

Martedì 23

Marzo 2020

17.00-19.00

Intervento alimentare in ambiente scolastico

S. Pizzo

Martedì 30

Marzo 2020

17.00-19.00

Intervento psicologico in ambiente scolastico

V. Massignani

Martedì 6

Aprile 2020

17.00-19.00

La collaborazione con altre figure professionali e con la famiglia

V. Massignani

Verranno forniti dei materiali durante il corso?

Durante il corso verranno illustrati e forniti i seguenti materiali:

  • Dispense
  • Esempi di casi reali
A chi è rivolto il corso?

I destinatari del corso sono i docenti delle Regioni Toscana e Liguria:

  • Docenti della scuola primaria
  • Docenti della scuola secondaria di primo grado
  • Docenti della scuola secondaria di secondo grado
  • Funzioni strumentali
  • Figure di coordinamento.

Il corso è aperto anche ai docenti non ancora di ruolo, per cui è previsto uno sconto.

Dove e quando si tiene il corso?

Il corso si terrà online: martedì 2, 9, 16 e 23 Febbraio; martedì 2, 9, 16, 23, 30 Marzo; martedì 6 Aprile. Su richiesta, i corsi si possono tenere all’interno dell’ Istituto Comprensivo in date e orari da concordare.

Chi sono i docenti del corso?

Docenti:

  • dott.ssa Valentina Massignani. Psicologa, psicoterapeuta. Istituto Miller – Genova

  • dott.ssa Susanna Pizzo. Psicologa psicoterapeuta, docente e supervisore AIAMC. Responsabile della didattica, Istituto Miller – Genova

Quanto costa il corso?
  • Insegnanti di ruolo: Il corso è accreditato presso la Regione Toscana e Liguria pertanto i docenti (Scuola Primaria e Secondaria) che lavorano in Veneto possono pagare con Carta del Docente il costo di 200€.
  • Insegnanti NON di ruolo: L’accesso al corso è consentito anche a coloro che non sono in possesso di Carta del Docente, con uno sconto del 20%, 180€. (Mentecomportamento Laboratori; IBAN: IT 22 Q 01030 12159 00000 3842283; Causale: Disturbi Alimentari formazione- Nome e Cognome).
  • Laureati dopo il 2015: L’accesso al corso è consentito anche a coloro che non sono in possesso di Carta del Docente, con uno sconto del 20%, 180€. (Mentecomportamento Laboratori; IBAN: IT 22 Q 01030 12159 00000 3842283; Causale: Disturbi Alimentari formazione- Nome e Cognome).
Verrà rilasciato un attestato alla fine del corso?

Al termine del corso, sarà scaricabile dalla PIATTAFORMA SOFIA l’attestato di frequenza. Per i docenti  che NON possiedono la carta del docente oppure per i neolaureati verrà rilasciato un attestato di frequenza da Mentecomportamento Formazione ETS.


Modalità di pagamento:

Contatti telefonici:

Per chi desidera maggiori informazioni è possibile contattare mentecomportamento@gmail.com

Iscrizione:

Per aderire è sufficiente compilare il form qui sotto. La richiesta non è vincolante e verrà confermata solo in seguito alla nostra approvazione di disponibilità (telefonicamente o via email).



Cognome e Nome

Cellulare

Email

Scuola di afferenza

In quale regione lavora

Corso scelto

Modalità scelta

Messaggio



© 2019-20 Mentecomportamento. All rights reserved.



© 2019-20 Mentecomportamento. All rights reserved.